Più tecnologia e più flessibilità. Gli Italiani sono pronti allo Smart Working?

Lo smart working (lavoro agile) è una vera innovazione per il nostro paese, lavorare da casa rappresenta una delle ultime frontiere in tema di evoluzione aziendale, rappresenta una sfida, l’evoluzione dei modelli organizzativi.
Molti professionisti si stanno chiedendo: “Una persona più motivata è anche una persona più produttiva”? Maggiore libertà e responsabilità dei lavoratori, mette il dipendente in una posizione che lo rende più produttivo e meno stressato sul campo del lavoro.
Il remote worker, è quella prestazione che può essere svolta in parte all’interno dei locali aziendali e in parte all’esterno, seguendo gli orari previsti dal contratto.
Il nuovo disegno di legge, non penalizza il lavoro agile rispetto al lavoro tradizionale, permette di godere, del diritto a un trattamento giuridico ed economico pari ai propri colleghi in azienda e potrà usufruire d’incentivi fiscali legati alla produttività e all’efficienza (premi o bonus aziendali). Il lavoratore sarà tutelato contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dipendenti da rischi connessi alla prestazione lavorativa resa all’esterno dell’azienda. Dovranno, ricevere lo stesso trattamento dei dipendenti che lavorano con la stessa mansione all’interno dell’azienda.
La sfida più grande per un Manager è il passaggio dal credere di controllare il lavoratore, vedendolo in ufficio, al lavorare per obiettivi. Al datore di lavoro non interessa, più quante ore i dipendenti passino in azienda, ma i risultati che questi ultimi raggiungono. I cambiamenti che porta con sé questa nuova modalità di prestazione lavorativa sono diversi, di tipo culturale ma anche e soprattutto di tipo pratico.
Le domande che ci si pongono sono molteplici:

  • Come può l’azienda monitorare i risultati?
  • Come definire e condividere gli obiettivi?
  • Come possono i dipendenti fornire feedback sull’operato del management?
  • Come poter gestire il capitale umano e lo scambio d’informazioni quando le persone non si trovano nello stesso luogo?

Alcune aziende stanno utilizzando con successo sistemi informatizzati di accesso ai dati che permettono di valutare in tempo reale l’andamento delle attività e i risultati attesi.